ANCHE GLI EXTRATERRESTRI DISAPPROVANO I TRAPIANTI DI ORGANI seconda parte

Da un documento del Centro Studi Fratellanza Cosmica

ANCHE GLI EXTRATERRESTRI DISAPPROVANO I TRAPIANTI DI ORGANI seconda parte:

“E’ divenuta una corsa vertiginosa, un modo per fare notizia, un sistema per entrare nella notorietà, per pubblicizzare ed arrecare prestigio al proprio nome, all’ intera equipe, alla valentia di tanti operatori chirurgici e sanitari.
Certo si fa per salvare una vita!
Ma attenzione! Manipolare i meccanismi vitali che stanno alla base dell’unità della vita umana senza un’adeguata saggezza e conoscenza porta a delle conseguenze assai gravi e deleterie.
La scienza moderna, in particolare quella medica, è caduta già da qualche decennio nel vortice del materialismo distruttivo.
Taglia, seziona, toglie e manipola gli organismi umani incurante della sua sostanziale unità energetica-spirituale che sta alla base della sua armonica esistenza.
Già nell’anno 1968 il Sig. Eugenio Siragusa divulgava al mondo intero, per conto degli “Angeli di ieri-extraterrestri di oggi”, un ammonimento molto importante nei confronti di quella classe medica che già si orientava a praticare i trapianti di organi:

“La scienza medica terrestre sta commettendo terribili delitti animici-spirituali. Mutilare un corpo prima del terzo giorno dell’avvenuto ridimensionamento vuol dire avere sciolto, coercitivamente, i legami psico-fisici che sussistono ancora su piani dimensionali sino ad oggi ignorati dalla scienza terrestre.
Togliere un organo vitale prima del terzo giorno comporta un irreparabile danno al trapassato. Egli viene privato dell’indispensabile necessità di poter concepire l’esperienza e di trasferirla sul piano animico-spirituale dove risiedono tutte le altre esperienze vissute.
Ma la scienza di questo pianeta, che ignora questa immutabile legge-legge meglio confermata dal Genio Universale Cristico, Gesù – si lascia prendere dall’illusoria convinzione che tale arte non provoca alcun danno e che il praticarla produce beneficio.
Io affermo che tale arte comporta una gravità irreparabile e permette il più terribile dei delitti che l’uomo abbia mai compiuto!
La via intrapresa dalla scienza medica terrestre per debellare le anomalie del muscolo cardiaco e degli altri organi vitali tarati da atti negativi, è errata e carica di spiacevoli ritorsioni che preferisco non enumerare.
Mi è solo consentito di mettere in evidenza la realtà degli incoscienti atti che la vostra scienza edifica con cinica leggerezza e senza alcun senso di cristiana responsabilità.
E’ vero che sino a quando non eviterete di minare l’armonia degli elementi che istruiscono le strutture energetiche della forza vitale, non potrete né possiamo noi risolvere la dolentissima questione dei vostri malanni fisici e psichici.
Molti terrestri si domandano il perché non interveniamo drasticamente per mutare radicalmente queste negative situazioni che affliggono la vostra umana natura.
Io rispondo che è la vostra ostinatezza ad impedire di farlo in quanto non volete creare i presupposti da noi richiesti.
La vostra scienza crede di risolvere tutto con il manipolare la materia, trascurando i valori positivi eterni che sono presenti ed invisibili nella materia medesima, che governano l’armonia strutturale di tutti i suoi componenti manifestativi, e sui piani dimensionali fisici, e su quelli superiori animici-spirituali.
Uno di questi valori positivi eterni è la legge del “rigetto” o meglio, dell’incompatibilità del carattere insito nelle strutture energetiche di un organo rispetto l’altro.
E’ una legge che agisce e determina, anche se la vostra scienza intuisce e spesso vorrebbe praticamente mutare la determinazione che, anche se temporaneamente impedita, rimane latente e pronta a reagire al minimo scompenso traumatico dell’attività psichica.
Io confermo che i trapianti sono delitti terribili e le conseguenze gravissime.
Vi ho detto quanto avevo da dirvi”.
ADONIESIS, dall’astronave PAX
Catania, 23 maggio 1968

“Ignorare le leggi della vita non è certamente un bene per l’uomo; chi ci vuol convincere dell’utilità dei trapianti non ci ha mai parlato del pericolo che si affretti la morte clinica del donatore, dell’eventualità che si interrompa volutamente una vita senza possibilità di ritorno. Oggi, dopo 20 anni, si commettono terribili crimini per tutti quegli interessi economici che stanno dietro il trapianto.
Inoltre, di gente considerata già morta che ha ripreso a vivere e a diventare clinicamente attiva ne è piena la cronaca.
I dubbi sorgono legittimamente sull’uso del concetto di “morte cerebrale” nel determinare quando gli organi possono essere prelevati.
Quando i test su pazienti gravemente feriti mostrano un’irreversibile perdita di attività del bulbo cerebrale che collega il cervello al midollo spinale, i pazienti sono dichiarati “cerebralmente morti”.
Ciò permette di spegnere l’apparecchio respiratore di sostegno di modo che la respirazione si arresta, il cuore si ferma e il paziente muore nel senso tradizionale del termine.
Ma quando i chirurghi vogliono trapiantare il cuore, il polmone, il fegato o il pancreas, che si deteriorano tutti velocemente, a meno che non sia mantenuta la circolazione sanguigna, i pazienti devono essere mantenuti sotto il respiratore.
Secondo un noto giornale inglese “The Sunday Times” nel 1979 esperti medici pubblicarono un memorandum dichiarando che “la morte cerebrale rappresenta lo stadio in cui il paziente è veramente morto”.
Il presidente del Royal Collage of Phisicians, Sir Raymond Hoffenberg, sottolineò nel dicembre del 1986, che gli attuali criteri hanno l’appoggio della maggioranza dei medici.
Tuttavia in questo gran rumoreggiare pro-trapianti, la professione medica nel suo complesso non è mai stata in grado di esprimere una credibile opinione di consenso.
Lo stesso dottor Philip Keep, direttore del reparto di rianimazione dell’ospedale di Norfolk e Norwich dice: “I criteri di morte cerebrale per la verità sono stati calati dall’alto come un dogma. Ci hanno detto che dovevamo crederci. Credo sia giunto il momento di dibattere questo argomento da parte della classe medica”.
Lo stesso giornale inglese riferisce il parere di un altro medico in un articolo dal titolo: “Quasi morto non è morto, ammonisce il dottore protagonista di questo episodio- Il cadavere dal quale gli organi devono essere rimossi è normalmente capace di reagire bruscamente allorquando il chirurgo fa la sua prima incisione. Le gambe si contraggono in una risposta protettiva e i muscoli dell’addome si ingrippano fortemente, impedendo l’operazione.
Devono quindi essere somministrati dei farmaci bloccanti.
La pressione sanguigna del “donatore” e i ritmi cardiaci possono impennarsi quando inizia l’operazione. E questi sono i segni che in un normale intervento indicano all’anestesista che il paziente sente dolore e deve ricevere altro anestetico.
Quando l’anestetico viene somministrato gli indici ritornano ai normali livelli pre-operatori…”.
Nal comunicato degli extraterrestri si rivela un altro aspetto riguardante il donatore. Si parla delle attività che sussistono nella dimensione post-mortem e che sono totalmente sconosciute alla scienza ufficiale e che però, vorrei sottolineare, sono sempre state evidenziate da tutti i più grandi maestri di verità. Cioè, l’uomo non è solo il corpo fisico ma la risultante di energie biologiche, astrali spirituali, per cui il suo cammino non termina con l’esperienza materiale.
Il corpo al momento del trapasso funge da collegamento, da ponte, per portare le esperienze acquisite nell’altra dimensione che lo aspetta, e questo può durare sino a tre giorni dalla morte fisica.
Non a caso nell’iconografia tradizionale Gesù-Cristo è rappresentato con il cuore in mano, essendo noto sin dall’antichità, che il cuore è la sede centrale dell’anima.
C’è da aggiungere anche l’aspetto che riguarda la persona che riceve l’organo.
Per molti versi non si conosce bene il risultato che tali interventi hanno sulla personalità del ricevente oltre a quelli già noti come le reazioni fisiche che si ottengono a causa del rigetto.
La scienza ha cercato di annullare la legge naturale del rigetto con interventi artificiali atti a impedire la reazione dell’organismo, ma tale reazione resta sempre in agguato perché ogni corpo umano ha delle caratteristiche sue ben precise. Essendo il corpo umano la risultante di valori energetici, avrà una sua frequenza vibratoria propria di intensità X! Quindi applicando un organo di detto corpo su un altro di frequenza Y, vi sarà incompatibilità e quindi il rigetto.
Per concludere, è meglio per l’uomo prendere consapevolezza che la risoluzione di gravi disfunzioni a carico degli organi importanti del corpo non è sicuramente il trapianto.
E’ vero che molta gente è destinata a morire se non si interviene chirurgicamente in tempo utile, ma aggiungere danno a danni ancor più gravi è deleterio e involutivo.
Praticare ad ogni costo un intervento che nel migliore dei casi allunga la vita solo per brevi periodi e per di più non priva di disagi e sofferenze fisiche e psicologiche, non è saggio né responsabile.
La scienza odierna dovrebbe intervenire nel rimuovere le cause, il trapianto è l’atto conclusivo di un processo che nasce ben prima e che può e deve essere corretto ed evitato. La medicina deve promuovere un equilibrato sistema di vita e fare uso delle conoscenze positive che può ricevere anche da una coscienza molto più evoluta della sua.”

 

Approfondimenti:

http://pesolex.com/…/la-superficialita-che-costa-gravement…/
LA SUPERFICIALITÀ CHE COSTA GRAVEMENTE ALLA VITA SPIRITUALE

https://www.disinformazione.it/donaregliorgani.htm
Donare gli organi..?

http://www.antipredazione.org/

http://www.informarmy.net/…/al-s-raffaele-di-milano-si-esp…/

http://notiziesenzafiltro.altervista.org/al-s-raffaele-mil…/

ULTIMA ORA:

Francesco…Ma donare SANGUE cos’è?

Filippo: Beh, donare il sangue, poteva essere fattibile inizialmente, in quanto esso si rigenera, e permetteva la ripresa del “fluido vitale”. Con l’avvento di pericolose malattie come l’aids, e la successiva “banca del sangue” non più trasfusione diretta come avveniva prima, BISOGNA STARE MOLTO,MA MOLTO ATTENTI! Poi ci sono le eccezioni alla regola!

“RISIEDE NEL SANGUE IL FLUIDO VITALE”
SE LA VOSTRA SCIENZA MEDICA SI DEDICASSE CON PIU’ ENTUSIASMO E CON VERO AMORE ALLO STUDIO DEL SANGUE, SCORGEREBBE CHE PROPRIO IN QUESTO INDISPENSABILE E PREZIOSO ELEMENTO RISIEDE LA FORZA EQUILIBRATRICE DI TUTTI GLI ORGANI CHE COMPONGONO IL CORPO UMANO. LE INSORGENZE DEI MALI MORTALI COME IL CANCRO E LA LEUCEMIA E TANTE ALTRE MALATTIE LETALI ALL’ESISTENZA, SONO DOVUTE PRINCIPALMENTE A CAUSE ESTERNE CHE, PRODUCENDO EFFETTI DI SQUILIBRIO, ALTERANO QUESTO FLUIDO E NE SCOMPENSANO LE FORZE FLUIDICHE VITALI. SE UN GRUPPO DI CELLULE DI UN ORGANO QUALSIASI DEL VOSTRO CORPO SONO COSTRETTE A VIBRARE CON UN’ONDA DIVERSA DI QUELLA NORMALE ED IDONEA ALLE LORO NECESSITA’ FUNZIONALI, QUESTE SUBISCONO UNA DISORDINATA SPINTA DEGENERATIVA SINO A CREARE I PRESUPPOSTI IDEALI DELLA COMUNICATIVITA’ AD ALTRI GRUPPI CELLULARI E QUINDI ALL’INSORGENZA DEL MALE. LE CAUSE CHE PRODUCONO TALI LETALI EFFETTI SONO MOLTE E, FRA LE TANTE, NE CITIAMO LE PIU’ IMPORTANTI: IL FUMO DEL TABACCO, LE DROGHE, MORFINA,COCAINA ED ALTRI PRODOTTI SIMILARI,L’ECCESSIVO USO DELL’ALCOOL, LO SMOG IN GENERE ED IN PARTICOLARE LO SCARICO DEL GAS DEGLI AUTOVEICOLI IL SALE PRODOTTO DA ACQUE MARINE INQUINATE ED INFINE I PRODOTTI CHIMICI TOSSICI CHE,IN GRAN QUANTITA’,VENGONO ADOPERATI PER LA CONSERVAZIONE O LA PRODUZIONE DEI CIBI IN GENERE. IL CANCRO,LA LEUCEMIA,I TUMORI E TUTTE LE ALTRE DANNOSE MALATTIE CHE AFFLIGGONO LA VOSTRA ESISTENZA, SONO DOVUTI APPUNTO A QUESTI TERRIBILI VEICOLI, CHE AGISCONO IN MODO VIOLENTO NEL FLUIDO VITALE CHE RISIEDE NEL SANGUE. IL CANCRO NON E’ DI NATURA VIRALE, NE’ LO SONO TUTTI GLI ALTRI MALI CHE VI UCCIDONO. IL VOSTRO CORPO E’ UN’OASI DI MILIARDI E MIGLIAIA DI MILIARDI DI MICRORGANISMI DISPOSTI A NON DARVI FASTIDIO SE AD ESSI NON DATE MOTIVO DI FARLO. LE VOSTRE CELLULE SONO ABITACOLI DI ESISTENZA PER COLORO, CHE ATTINGONO LA NECESSARIA LINFA CHE EDIFICA L’ATTIMO DELLA LORO VITA ED ANCHE DELLA LORO OPERA, CHE CONSENTE AD OGNI ORGANO L’EFFICACE FUNZIONALITA’ NEL COMPLESSO ARMONICO EDIFICIO DEL CORPO. IL SANGUE E ‘ UN PERFETTO CONDUTTORE DELLE QUALITA’ VITALI CHE SERVONO A FAR VIVERE GLI ORGANI EAD ELABORARE GLI ATTI NECESSARI AFFINCHE’ OGNI CELLULA ABBIA LA SUA INDISPENSABILE PARTE DI FLUIDO ENERGETICO CHE LE CONSENTE DI VIVERE E DI DAR VITA. MA QUANDO QUESTO CONDUTTORE VIENE MESSO IN CONDIZIONE DI PORTARE CON SE’ NELL’INTRIGATO LABIRINTO DEL CORPO, UN FLUIDO VITALE CONTINUAMENTE ALTERATO DA ELEMENTI CHE SCOMPENSANO O ADDIRITTURA NE ANNULLANO L’EQUILIBRIO, ALLORA SUBENTRA L’INDISPOSIZIONE E LA REAZIONE, SIA DELLE CELLULE CHE DEI MICRORGANISMI DURAMENTE COLPITI DALLA CARENZA DEL QUID DI FORZA ENERGETICA INDISPENSABILE AD UNA SANA EVOLUZIONE. TALE CARENZA PREDISPONE AD UN IPERTROFICO E DISORDINATO MOVIMENTO ESPANSIONISTICO DELLA COLONIA MICROBICA, METTENDO LE CELLULE IN CONDIZIONE DI FAR STAGNARE IN LORO UN ELEMENTO DI COMUNICATIVITA’ DEGENERATIVA. IL SANGUE FA QUELLO CHE PUO’ PER DARVI UNA SANA ESISTENZA, MA SE QUESTO MIRABILE ARTEFICE DI VITA NON VIENE ATTENTAMENTE CURATO E SCRUPOLOSAMENTE ALIMENTATO,I MALI CHE VI AFFLIGGONO SONO E RIMARRANNO INEVITABILI.MEDITATE SU CIO’ CHE SI AVVERA NEI VOSTRI CIELI, SOFFERMATEVI CON LE VOSTRE MENTI SU CIO’ CHE LASCIO’ SCOLPITO IL CRISTO NEL CUORE DI TUTTI GLI UOMINI ED IVI CERTAMENTE TROVERETE LA FIACCOLA DELL’ETERNA VERITA’, LA GLORIA DEL VERBO DI DIO VIVENTE, IL SANTO VANGELO, ILLUMINATO DI NUOVA FEDE UNIVERSALE PER LA SALVEZZA DEL GENERE UMANO. TROVERETE LA REDENZIONE DELL’UOMO, IL PRINCIPIO DI UNA NUOVA ERA, LA REALIZZAZIONE DI UN CONCETTO DI DIO. MEDITATE ED INDAGATE SULLA CONSISTENZA DEI FATTI CHE FURONO SCRITTI E CHE DOVEVANO AVVENIRE, E SIAMO CERTI CHE AFFIORERANNO TUTTE LE VERITA’ ALLA VOSTRA LOGICA, CON LA PERFETTA COERENZA DEGLI INSEGNAMENTI LASCIATI SULLA TERRA DA GESU’-CRISTO E DAI SUOI PROFETI. DONNE E UOMINI DELLA TERRA, FATE CHE IL SANGUE DEL FIGLIUOLO DI DIO E DEGLI UOMINI MIGLIORI, POSSA BASTARE ORMAI A SCRIVERE “FINE” SUL TRISTE E NEFASTO CAPITOLO DELLA DISTRUZIONE E DEL DOLORE. FATE CHE DA QUESTO SANGUE GERMOGLINO PER SEMPRE LA GIUSTIZIA,LA PACE, L’AMORE, LA FRATELLANZA E LA GLORIA DI CRISTO E DEL PADRE ETERNO,IN QUESTO RATTRISTATO PIANETA DI PASSIONE. A VOI TUTTI, FRATELLI DELLA TERRA, IL NOSTRO AMORE E LA PACE DI DIO.
DAL CIELO ALLA TERRA
IN FEDE EUGENIO SIRAGUSA
CATANIA, 20 GENNAIO 1964.

Publicado en Celeste, Científicos, Epiritual, Infancia y Adolescencia, Internacional, Messaggi, Sociales y globales, spirituale, Trapianti d’organi