IL PIANETA MUORE, UN’AGONIA CHE SUPERA OGNI SPERANZA

-Inesorabile, sotto gli occhi degli assetati di Giustizia e di tutti coloro che anelano presto, molto presto, il risorgere di una società, una nuova civiltà, che basa i valori sui principi della cosmica legge…si vede però attualmente prevalere morte e desolazione
Scorgendo qualche barlume, di come noterete nei filmati, di qualcuno animato di altruistico interesse, perché si ama la vita…la morte, invece, come abbiamo detto ha preso in abbondanza…

https://lavozdeldespertar.com/…
Biologo salva una rara specie di farfalle
https://www.clarin.com/…/dura-advertencia-onu-humanidad-asf…
Allarme ONU
https://www.3bee.it/moria-delle-api/
Moria di Api
https://www.foodscovery.it/f…/lo-scandalo-dello-spreco-cibo/
Spreco di Cibo
https://www.youtube.com/watch?v=CpXqyP4WxYg&feature=youtu.be
Anamalie sulla terra
https://nation.com.mx/…/cientificos-descubren-los-arboles…/…
Le piante e il loro battito come un cuore umano

-Eugenio, diceva, annunciando questi nostri tempi, con inesorabile, purtroppo anticipo:

Dal Cielo alla terra:
“Rivolgetevi alla Terra” Vi abbiamo detto e vi ripetiamo: Rivolgetevi, come mai avete fatto, alla Terra. La vostra sopravvivenza dipende, soprattutto, dal latte e dal miele che essa potrà darvi, se le concederete amore e cure. Se non lo farete, morirete di fame. La scienza si dedichi a realizzare le strutture necessarie per agevolare tutti coloro che desiderano produrre per sé e per gli altri. La politica economica rivolga le massime attenzioni e le indispensabili agevolazioni a tutti coloro a cui necessitano gli strumenti per rigenerare e far fruttificare la madre della Vita. Se ciò farete, avrete molto per voi ed anche per gli altri. Lo spettro della fame si allontanerà. Ve lo abbiamo detto e ve lo ripetiamo. Meditate e deducete. Pace.
Woodok Dalla Cristal-Bell Nicolosi,
8 Febbraio 1977 ore 11,30

-Più di una volta, in determinati momenti della vita lo ascoltai dire:

“Chi potrebbe comprendere il mio amore nascosto..?”
I suoi accorati appelli e le sue preoccupazioni, li facciamo, oggi più che mai, nostri, con la viva speranza di essere accolti come lui voleva, nella profondità della sua vera essenza.

Non siete voi ad entrare nel regno dei cieli ed impedite che altri vi entrino
Signore mio, dammi la forza di mutare ciò che posso, affinché, così come è stato detto e scritto dall’unto tuo Gesù-Cristo, venga additata l’opera dell’anticristo e scoperta la sua faccia. Signore mio, concedimi la capacità di far comprendere agli uomini il tuo vero linguaggio e la reale legge di giustizia e d’amore che impera in ogni cosa e governa ogni cosa. Ti prego, signore mio, di darmi pazienza e perseveranza, affinché la tua eccelsa verità trionfi ed impregni i cuori degli uomini di luce e di conoscenza, di verità e di pace. aiutami, mio signore, ad aprire gli occhi ai ciechi e a sturare le orecchie di coloro che ancora non vedono e non odono, affinché vedendo ed udendo possano evitare il buio della non conoscenza e riconoscere in colui che hai mandato il maestro sublime ed infallibile della tua divina verità vivente. Molte opere sue sono state nascoste e rese sterili, per convenienza di coloro che non cedettero in lui e nella sua divina missione tra gli uomini di questo mondo corrotto e perverso. Molte verità sono divenute menzogne, eresie, e questo, affinché lo scredito occultasse le testimonianze veraci vissute e tramandate dalla voce del popolo che, io so, mio signore, è voce tua.
Ora, ciò che era nascosto viene alla luce, ma ancora sono pochi coloro disposti a credere e a vagliare e ad assimilare quanto i dotti della farisaica stirpe, deturpano, rifiutano ed invitano a rifiutare.
Certo, mio signore, a te nulla può essere nascosto ed è per ciò che ti chiedo di illuminare la mia mente e rendere fecondo il mio spirito di sapienza e di saggezza, affinchè io possa rivelare le intenzioni del mio sommo maestro che disse: “il tempo passerà, ma le mie parole non passeranno mai”. “Tutto ciò che è stato nascosto verrà alla luce”. Sia così, mio signore, perché io credo che sia rimasto nel mondo appunto per quest’opera? Le afflizioni saranno grandi, lo so, mio affabile signore, e so anche di non poterle evitare. Ma il mio cuore è in pace, perché, altro non faccio se non la tua celeste volontà.
Gesù disse: “un profeta non è accetto nel suo paese”. “Un medico non guarisce quelli che lo conoscono”.
Gesù disse ancora: “i farisei e gli scribi hanno preso le chiavi della conoscenza e le hanno nascoste. Essi non sono entrati e non hanno lasciato entrare quelli che lo volevano. Voi però, siate prudenti come i serpenti e semplici come le colombe.”
Oh, mio signore, il tuo piccolo gregge cresce e le minacce per disperderlo non mancano. Gli empi, partigiani dell’anticristo, si adoperano in tutti i modi di ferire la nostra pace e di dissuadere i nostri pensieri rivolti verso l’opera a cui ci hai chiamati. Ma la tua luce, mio signore, ci consola e ci guida. I tuoi angeli ci guardano e ci consigliano secondo ciò che ci minaccia o tenta di confonderci.
Io ti ringrazio, mio signore, per la tua benigna e paterna attenzione e ringrazio gli angeli della luce, che con il loro sublime amore illuminano il nostro sentiero ed il nostro spirito.
Lo spirito santo aleggia intorno e dentro di noi, e di questo celeste dono noi siamo consapevoli e felici. Grazie, padre, e ti preghiamo, esaudisci le nostre volontà di servirti secondo la tua santissima volontà.
Amen.
Nicolosi, 8 Gennaio 1978
Eugenio Siragusa

-E ancora:

La mia sete!
Vedo i tuoi e miei nemici pascere, godere e gioire.
Non vedo la tua possente mano cadere su di loro con la tua ira santa.
La sete di giustizia rende più arido il mio cuore e spesso mi dolgo di aver suonato anch’io le trombe dell’ammonimento, del ravvedimento.
Sono disperato, mio signore, disperato di veder perire tutto in una dissoluzione lenta, inesorabile.
Sono avvilito, mio signore, avvilito di vedere il male rompere e travolgere gli argini del bene con inaudita crudeltà e con ferocia bestiale.
Sono sconvolto, mio signore, per l’innocente sangue che si sparge in ogni dove e che tinge la terra di crudele disperazione.
Sono senza pace, mio signore, senza pace!
Che cosa aspetti ancora, mio signore?
La tua giustizia venga.
Il tuo regno venga.
Sia fatta la tua volontà.
Eugenio siragusa
Nicolosi, 16 Aprile 1981.
Ore 18:00

Il Testimone dell’Eterno Presente.
Filippo Bongiovanni

Approfondimenti:
https://www.facebook.com/filippo.bongiovanni.3/posts/2606046702793810
http://pesolex.com/…/luomo-e-il-solo-colpevole-per-il-fal…/…
https://bit.ly/2WA0NJW…

 

ULTIMA HORA:

https://www.focus.it/ambiente/ecologia/fukushima-8-anni-dopo-operazioni-bonifica-centrale-nucleare?fbclid=IwAR2o1fK0x8GfDemy_2mb6nJ6rEjUloJDkgPVjVWnZ4IJwr3XDD_CzYzAnek

https://www.quo.es/ciencia/a27415816/bomba-atomica-radiactividad-mar/?fbclid=IwAR2fcjIE2t2O3HbB6Q9rD_kKq-XbhfCi684xaZ9KKGMWhtPXL2YQ9tGva9c

https://www.wwf.it/news/?47160%2FSe-tutti-i-Paesi-consumassero-come-lEuropa-il-10-maggio-sarebbe-lOvershoot-Day-2019&fbclid=IwAR2Wymg-vl5-wsVvb38tv7oLEAtZozTPX7Pybv13pD-GCBatneKym7mR5pM

https://www.meteolivevco.it/overschooot-day-tra-quattro-giorni-abbiamo-finito-le-risorse-naturali-annuali/?fbclid=IwAR0Z3yiugVlHFNZCM2zB3hFJaSiv45ZL9oaGzn2uR48AZcr1zM1W37eywlc

Publicado en Celeste, Científicos, Ecológicos, Epiritual, Infancia y Adolescencia, Internacional, Messaggi, Sociales y globales, spirituale
error: Content is protected !!