Solex Mal

¿Che cosa è?

logo

 EUGENIO SIRAGUSA E’ “ IL MESSAGGERO DEGLI EXTRTERRESTRI E L’ANNUNCIATORE DELL’APOCALISSE” L’AUTORE E RIVELATORE DI QUESTO LIBRO, CHE RACCHIUDE IL NUOVO TESTAMENTO DELLA BIBBIA. GIOVANNI L’EVANGELISTA , E’ IL PERSONAGGIO SPIRITULE CHE ATTUA ATTRAVERSO EUGENIO SIRAGUSA NELLA SUA OPERA DI REDENZIONE, COME CONSOLATORE PROMESSO, COME PORTATORE DI RIVELAZIONI DIVINE.

(GV. CAP. 14-16) (GV. 14-25) (GV. 15-26) (GV. 16-7).

L’evento simbolizzato in questo emblema dal nome SOLEX- MAL, è vincolato alla realizzazione dei piani divini del Padre Glorioso: con l’evento del Ritorno del Messia Cristo-Gesù, la sua testimonianza, il suo arrivo e la sua permanenza; eppure la Venuta dello “ Spirito di Verità”, di Giovanni Evangelista, il Consolatore Promesso da Cristo. Il Principio e la Fine, che entrambi incarnano “ La Via, la Verità e la Vita”. La realizzazione di tutto questo evento arriverà al Padre Glorioso.

Gli apostoli da ieri, sono pure apostoli e testimoni d’oggi.

L’Apocalisse di Giovanni racchiude la Conoscenza che doveva essere rivelata e che allora non si poteva comprendere, le rivelazioni degli avvenimenti passati e presenti, per essere proiettati tanto oggi come nell’immediato futuro, con predizioni precise: “ Se l’umanità non si pente, seguirà un processo autodistruttivo …”. Tutto questo è vincolato a questa rivelazione, a questo messaggio.

L’Apocalisse, rivela tutto quello inerente al Ritorno e alla seconda Venuta di Cristo-Gesù, assieme all’evento del Consolatore Promesso, lo Spirito di Verità. Un po’ più avanti, si realizzerà la manifestazione dei due testimoni dell’Apocalisse.

Per ciò, come nel passato, eppure in questo tempo, esiste l’apostolato e la testimonianza legata a Giovanni Evangelista. Eugenio disse:“ Dopo di me, i due testimoni”.

SOLEX- MAL sente in questo tempo, come in quel tempo, che si ripete la storia per dare testimonianza degli avvenimenti più importanti , della Volontà del Padre Glorioso; e di trasmettere a tutti coloro che lo vorranno interiorizzare, che questo è il miracolo vivente per la salvezza d’ogni cosa vivente nello spirito… Nessuno potrà dire che non sapevo…

rect

Dischi volanti:

Una rivelazione prettamente messianica

Come “Toma”, discepolo di biblica memoria, la gran parte degli uomini di questo Mondo vuole vedere e toccare solo la parte fisica, strumentale e scientifica di questi prodigiosi mezzi che oggi chiamiamo dischi volanti, rifiutando nel modo più categorico l’altro aspetto, molto più importante e che riguarda la parte rivelatrice della loro presenza e dei loro simbolici ammonimenti, quella Messianica.

Gli incontri tra questi Superiori Esseri, che viaggiano con tali mezzi (dischi volanti), con alcuni particolari uomini del Pianeta Terra, rivestono le medesime caratteristiche dei contatti avvenuti in un tempo passato.

Per citarne uno dei più importanti, avvenuti tra questi esseri e gli uomini di questo mondo, uomini particolarmente selezionati e con predisposizioni psico-fisiche-spirituali da questi esseri desiderate, è quello verificatosi tra il profeta biblico Abramo e 3 di questi personaggi volumetricamente evoluti, provenienti dagli Spazi esterni della Terra.

Questi meravigliosi personaggi, con abbigliamenti vistosi ed inconsueti per la generazione di quel tempo, furono chiamati dallo stesso Abramo:” Dio, Signore, Iddio”. Tale fu l’attributo dato da Abramo a questi 3 personaggi, e non fu il solo ad averglielo dato.

L’incontro di Abramo (cito la Bibbia) è avvenuto presso il Querceto di Mamrè, mentre Abramo era seduto all’aperto presso la tenda. Quella volta – dice la Bibbia – Si presentarono 3 uomini (Genesi 18,8) verso i quali Abramo si precipitò dicendo: “Permettete che vi faccia portare un po’ d’acqua; Vi laverete i piedi e vi riposerete all’ombra di questo albero. Io vi porterò un boccone da mangiare; vi rifocillerete e poi proseguirete oltre” (Genesi 18,4-5). “Poi Abramo portò loro del latte fresco e carne di vitello; ed egli se ne stava, ritto, con loro sotto l’albero, mentre essi mangiavano” (Genesi 18,8).

“Uno dei 3 uomini era il Signore, Iddio, Dio, il quale era dotato di chiaroveggenza…”

E continua.

Non meno importante è l’incontro di Lot con 2 dei 3 personaggi intrattenuti da Abramo.  Ma chi erano costoro? Da dove venivano? E perché erano venuti sulla Terra?

Ecco le domande che molti studiosi non si pongono e che rivestono una determinante importanza in questa antica Verità che ancora una volta si rivela all’intelligenza dell’uomo di questo Pianeta.

Chi erano costoro?

Gli stessi personaggi che alcuni oggi incontrano e chiamano “Marziani”.

Da dove venivano?

Da dove sono sempre venuti, da altri Sistemi Solari, formatisi molte migliaia di anni prima che nascesse il nostro Sistema Solare, il vostro Mondo, e molto, più evoluti di quanto questa umana espressione possa significare alla vostra limitata mente.

Perché erano venuti sulla Terra?

Per lo stesso motivo per cui sono sempre venuti; per aiutare, per dare agli uomini di questo Mondo Lume di conoscenza dei reali valori esteriori ed interiori, per insegnare la Legge dell’Amore Universale, per impedire all’uomo di abusare, oltre i limiti consentiti dal suo libero arbitrio, per invitare gli uomini a non disarmonizzare gli equilibri della Forza Creativa e per avere piena coscienza delle eventuali ritorsioni che questa Forza può mettere in atto, se la disubbidienza diventasse progressiva e cinica.

E non solo per questi motivi, ma per tanti altri che riguardano i voleri della Superiore Intelligenza Cosmica, che loro incarnano con piena coscienza. Sono ritornati per dire ancora una volta: Basta! alla sodomitica degenerazione e per dare agli uomini un nuovo Messaggio preciso e determinato, per una svolta dell’evoluzione dell’Umanità.

Cose di alto concetto, che molti hanno preferito non intendere come avrebbero dovuto intendere e accettare come avrebbero dovuto essere accettate. Queste cose di alto concetto, di cui i citati personaggi sono strumento portatore, oltre che Messaggeri, non interessano neanche oggi. Forse, oggi, meni di ieri a causa di una orgogliosa ed ipertrofica presunzione. Ma la verità è questa.

Sono ritornati sulla Terra con un Messaggio ben preciso e con un Programma ben determinato.

Eugenio Siragusa

25 Febbraio 1972

 

rect

 

Chi siamo e che cosa vogliamo

Non vendiamo nulla!

Offriamo, e tutti possono accettare o rifiutare.

Non è nel nostro costume imporre e rispettiamo con religiosità la Libertà del pensiero, perché sappiamo che è nel diritto di ogni uomo.

Non vendiamo nulla e non vogliamo comperare nulla.

La Verità non si vende e non si compra; si conquista con Amore, Pazienza, e Saggezza.

Non fa parte dei nostri grandi ideali commerciare la Verità. Siamo anime libere, desiderose di colloquiare con anime che siano sul nostro piano e che abbiano sviluppato i valori indispensabili per essere almeno buoni e scevri da ogni basso umano pregiudizio.

Desideriamo auto realizzare noi stessi con la metodologia che Gesù-Cristo ci ha insegnato, per possedere la sua pace, il Suo Amore e la Sua Giustizia.

I nostri studi hanno una linea di condotta che non desideriamo condividere con coloro che ne hanno un’altra, anche se la rispettiamo.

I dischi volanti non sono, per noi, solo mezzi meccanici, ma sono qualcosa di più, che vogliamo assimilare e fare nostra. I giudizi che gli altri formulano, non ci riguardano né ci scoraggiano, anzi, ci spronano alla perseveranza nel sentire il bisogno di essere liberi, ma liberi davvero.

Certo, gli empi non saranno d’accordo, né saranno d’accordo gli speculatori, ma a noi questo non interessa, perché non abbiamo bisogno della quantità, ma della qualità! Gli incapaci si eliminano da sé.

Noi vogliamo la Pace, ma anche la Giustizia, perché sappiamo che senza Giustizia non potrà esistere la Pace.

Noi vogliamo imparare, da coloro che sanno più di noi, tutto ciò che ci vogliono insegnare per sentirci, realmente, uomini e fratelli nella Grande Verità Cosmica.

Noi siamo contro la guerra, contro la disarmonia della natura, contro il razzismo e contro tutto ciò che toglie la felicità e la Pace all’Umanità. Siamo contro la scienza senza coscienza e contro l’ipocrisia religiosa e politica.

Questi sono gli insegnamenti che ci danno coloro che tutti chiamano: “Marziani”.

Noi impariamo con il medesimo Amore con cui gli insegnamenti vengono elargiti.

Ecco chi siamo e che cosa vogliamo.

Eugenio Siragusa

 9 Maggio 1972

 

book

Foto per gentile concessione di Mirella Greco

 

blu

Emblema di Eugenio Siragusa, Simbolo dell’identificazione della sua opera

 

logo

 

L’EMBLEMA “ SOLEX – MAL IDIOMA UNIVERSALE” 

“IL SOLE E’ IL LOGOS DELL’INTELLIGENZIA DIVINA, LUCE CRISTICA E PADRE DI TUTTE LE COSE… SENZA LA LUCE LA VITA FINISCE…” “ IO SONO LA VIA, LA VERITA’ E LA VITA”. IL PESCE E’ IL SIMBOLO DEL MAESTRO GESU’; IN QUEL MOMENTO SI VIVEVA NELL’ERA DEI PESCI…e significa anche, letteralmente, vescica piscis, vescica di pesce…

Conosciuto in India, nell’antichità Mesopotamica, in Africa e nelle civiltà asiatiche, che poi passa al Cristianesimo come una referenza di Cristo, come si evidenzia in ICHTHYS.

Nel posteriore sviluppo Iconografico cristiano, la mandorla che si associa con la figura di Cristo o della Vergine Maria in Maestà. Nella zona dove abito, è una zona ricca di “mandorle di alta qualità”. Alludendo al frutto della mandorla, e seme in generale, si converte chiaramente in un simbolo di vita e perciò un attributo naturale di Colui che è “La Via, la Verità e la Vita.”

Come potete notare l’intersezione di due cerchi, rappresenta la comunicazione tra due mondi, due dimensioni distinte : il piano materiale e il piano spirituale, l’umano e il divino. Gesù nel suo Verbo

divino fatto uomo,si converte nell’unico mediatore fra tutte due realtà; in questo caso, Pontefice, fra il terreno e il celeste. Questo è quello che rappresenta nell’intersezione.

Costruzione geometrica della vescica piscis. Si può vedere anche orizzontalmente.

 

vej

Il simbolo dell’Aquila di Giovanni Evangelista, il discepolo amato da Cristo-Gesù, “Il Consolatore Promesso dal Padre “ “L’Annunciatore di Gesù-Cristo e l’Autore dell’Apocalisse “.(GV. 14-16) (GV. 14-25) (GV.15-25) (GV. 16-7).

Il simbolo )+(  è l’atomo d’idrogeno sublimato… L’origine della vita…L’inizio di ogni cosa.

QUELLO CHE VIVE NELLO SPIRITO DI FORZA ONNICREANTE, ONNIPOTENTE ,ONNISCIENTE.

Questo simbolo è relazionato specialmente alla figura di Ettore Majorana, Catanese (Sicilia -Italia) e alla mia personalità in difesa della vita, alla quale siamo stati chiamati.

La somiglianza che ci une è la data di nascita . Ettore Majorana 05.08.1906 a Catania (Sicilia); Filippo Bongiovanni 05.08.1960 a Catania (Sicilia).

“Solex-Mal Idioma Universale” è un linguaggio universale e un sistema di comunicazione telepatica degli “Angeli ieri, Extraterrestri oggi” e di tutti i popoli della Terra e Antiche Civiltà, precedenti alla storia della Torre di Babele.

E’ un linguaggio pittografico : Immagini-pensiero.

“ICHTHYS : “ CRISTO-GESU’, IL FIGLIO DI DIO SALVATORE” scritto all’interno del pesce cristiano o vescica piscis.

IL CRISTOGRAMMA : Il simbolo si compone di due lettere grandi…X e P. Queste due lettere sono l’inizio della parola “XPIOTEC (KHRISTOS), il nome di Gesù che in greco significa “UNTO” e si traduce in ebraico come il “Messia”.

La lettera”X” ricorda anche la forma della Croce, come la croce dove fu martirizzato ANDREA fratello di PIETRO.

Ad ambedue i lati, di queste due lettere, si trovano molte volte queste due : un “α”e “ω” alfa e omega; dentro la lettera, quest’ultima si vede una “T” che rappresenta il…TAO, la Forza. Prima e ultima lettere del alfabeto greco, che si utilizza come simbolo del Principio e della Fine. Sotto il piede della P c’è un S, l’ultima lettera del nome XPIOTOC , la lettera S, che è visto come un serpente attraversato della gamba della P, simbolo che commemora la Vittoria di Cristo sopra il male. La citazione si riferisce all’Apocalisse di Giovanni (21-6)):

“GIA’ E’ FATTO”!

“IO SONO L’ALFA E L’OMEGA”,

“IL PRINCIPIO E LA FINE “.

Le due lettere dunque, alludono alla divinità di Gesù-Cristo. L’evento di questo emblema è vincolato alla realizzazione dei Piani Divini del Padre.

L’evento del “Messia”, Cristo-Gesù, la sua testimonianza, la sua Venuta, la sua permanenza e anche la manifestazione dello “Spirito di Verità”, di Giovanni Evangelista, il Consolatore Promesso. Il principio e la fine , che ambedue incarno “la Via, la Verità e la Vita”.

La realizzazione di questo grande evento arriverà al Padre: apostoli in un tempo passato, apostoli in questo tempo e testimoni. L’Apocalisse di Giovanni racchiude la conoscenza che si doveva rivelare, e che allora non si poteva comprendere nelle rivelazioni degli avvenimenti passati e presenti. Per poter essere proiettati oggi come nel futuro, con predizioni precise : “Se l’umanità segue con il processo autodistruttivo e non si pente…”

Tutto questo è vincolato a questa rivelazione, a questo messaggio. L’Apocalisse rivela tutto quello che si riferisce al ritorno di Cristo-Gesù e alla sua seconda venuta, assieme l’evento del Consolatore Promesso, lo Spirito di Verità, che dopo questo ultimo evento divino, ci sarà la manifestazione dei due testimoni dell’Apocalisse. Perciò, come nel passato anche in questo tempo, c’è l’apostolato e la testimonianza legata a Giovanni Evangelista… C’è chi deve smascherare l’Anticristo…e rivelare in questo evento” lo Spirito di Verità”…

Per questo, dopo di Giovanni Evangelista, Eugenio disse : “Dopo di me, i due testimoni”.

Il testimone, il discepolo, il messaggero,

il testimone di questo tempo apocalittico e del Padre Glorioso.

Filippo Bongiovanni

SOLEX-MAL SI IDENTIFICA NEI PRINCIPI DEL CENTRO STUDI FRATELLANZA COSMICA

IL CENTRO STUDI FRATELLANZA COSMICA

Istruzioni e Direttive

Il Centro Studi Fratellanza Cosmica non è una setta, né riveste caratteristiche organizzative terrestri. Il C.S.F.C. è un movimento messianico, animato da uomini, donne e giovani particularmente predisposti sia sul piano morale che su quello psico-fisico-mentale. Inoltre, questo movimento è guidato e sorretto da esseri volumetricamente coscienti, provenienti dagli spazi esterni con mezzi scientificamente prodigiosi e con una programmazione elaborata da una capacità intellettiva e spirituale che supera ogni più accesa fantasia fantascientifica umana. Il C.S.F.C. è appunto un movimento scaturito dalla programmazione che mira principalmente a traumatizzare positivamente e coscientemente quelle anime particolarmente predisposte a ricevere i loro insegnamenti sui piani della coscienza e coscienze universali e di sviluppare quella logica superiore che dovrà servire ad indirizzare l’uomo di questo mondo in un sentiero di vita coerente con gli eterni valori costruttivi dello spirito e quindi verso una superiore morale, capace di alimentare la fratellanza, la cosciente scienza animata da una religiosità costante ed operante con la luce sublime dell’amore più grande di tutti gli amori.

 

Il C.S.F.C. non è né sarà mai una setta, né rivestirà mai caratteristiche associative terrene, ma sarà sempre, sino al giorno del grande atteso evento del Figliol dell’Uomo nel mondo, un movimento di rinnovamento e di riabilitazione del genere umano, dissestato e sofferente, ma sempre disposto all’accettazione di una legge di pace e di amore universale.

Coloro che per volere della Superiore Intelligenza verranno scelti e convogliati in questo sentiero, saranno gli antesignani del Regno di Dio in Terra.

È per questo motivo che la scelta avviene con una metodologia che sfugge alla logica umana, ma che è in perfetta sintonia con la Logica Divina, con quella logica che propone i princìpi basilari per una autorealizzazione dei valori superiori, in potenza, nello spirito dell’uomo.

Quindi affermo che il C.S.F.C. è un movimento messianico ed i suoi custodi non sono di questo mondo.

Eugenio Siragusa

Valverde, 9 maggio 1972

 “COMUNICATO”

Il Centro Studi Fratellanza Cosmica, è assolutamente ed inequivocabilmente “apolitico” Gli studiosi ufologisti che aderiscono “idealmente” al C.S.F.C. possono appartenere a tutte le correnti politiche e religiose della Terra.

Nell’ambiente di studio del Centro, a nessuno è permesso e per nessun motivo pubblicizzare gli argomenti di studio o fare politica.

Nell’ambiente del C.S.F.C., si nutrono, con rispetto e devozione, gli alti valori della universale fratellanza ispirati e guidati dall’amore più grande di tutti gli amori, che ci giunge dall’esterno del nostro Pianeta e da essere evolutissimi in tutti i sensi.

Il presente comunicato serve a chicchessia, affinché abbia piena conoscenza e affinché non abbia a nutrire la mente di fantastiche e inesistenti pretese nei confronti del C.S.F.C. Le osservanze per le anime che aderiscono, spiritualmente, al C.S.F.C.

– rettitudine morale e spirituale

– abolizione degli stimoli egoistici

– abolizione degli stimoli coercitivi

– abolizione delle riserve mentali

– abolizione degli stimoli speculativi

Coloro che sviluppano questi valori negativi, debbono ritenersi slegati, spiritualmente, dal C.S.F.C. Tutti coloro che per odio o vendetta, o per altri motivi personali criticano e vituperano l’opera del C.S.F.C., saranno affidati alla giustizia Divina.

È altresì ancora vero che il C.S.F.C. non risponde per coloro che praticano a nome del  Centro atti delittuosi o comunque contrari ai valori sopra citati. Costoro, come abbiamo detto,debbono considerarsi radiati dai valori spirituali che il Centro sviluppa.

Eugenio Siragusa

Valverde, 9 maggio 1972

 

EUGENIO SIRAGUSA, IL PATRIARCA DEI CONTATTATI DAGLI EXTRATERRESTRI

La nostra alternativa è in definitiva, la tremenda realtà che ogni giorno, in tutti i cieli del pianeta e con diverse metodologie, ci è offerta da coloro che hanno il potere e i mezzi necessari per mutare radicalmente la storia e il corso dell’umanità in sé; noi siamo come degli specchi o autoparlanti che non cessano di gridare in qualunque posto e con qualsiasi mezzo, affinché i nostri spiriti sviluppino il carisma, che brucia nei nostri cuori e fa muovere le nostre bocche. E’ curioso comprovare come

davanti alle nostre attuazioni altruistiche, le reazioni si succedono sfiduciate verso quello che stiamo

facendo, con la rinuncia dei propri desideri ed istinti. Sono molti a dire : “ Questi nascondono qualcosa …” “ Saranno una setta …” “Sono dei fanatici…” ecc, ecc…, ma risulta che non è così, bensì il contrario, diciamo ne buoni ne cattivi, neppure giusti, però sì “coscienti” e perciò facciamo

quello che dobbiamo fare, piaccia o non piaccia. Sappiamo altre sì che un giorno saremo realmente giusti e perciò anche buoni, ed in questa via c’è predisponiamo, ma ora, con le nostre capacità, possiamo parlarvi delle nostre rinunzie e del nostro lavoro che sono accompagnati dal ridicolo e dalla beffa, dal discredito e dalla calunnia e hanno tessuto la nostra personalità, non proprio masochista, ma volenterosa, giacche sappiamo a Chi serviamo e quello che facciamo ; per conseguenza, conosciamo quale sarà la nostra fine e il nostro premio.

In un giorno ordinario, quando eravamo occupati nelle nostre faccende quotidiane, ci fu dato un bel comunicato da Eugenio Siragusa che diceva :

“ Voi non siete nel mondo per fare degli addetti oppure per convincere, è prerogativa di ciascuno aderirsi o convincersi, e al Cielo corrisponde la sua scelta. Voi siete contenitori-trasformatori della Mia Idea manifestata; e a voi, redimere, consolare e mutare, facendo che il cattivo sia buono o che

l’ingiusto sia corretto attraverso la vostra auto realizzazione positiva della Mia Natura in voi stessi.

Vostra mente e vostra intenzione non deve essere diretto verso questa attitudine di produrre un maggiore numero di vincolati; ma bensì il vostro traguardo sia di consolare, di mutare e di trasformare, non solo con la parola e la testimonianza, anche con l’azione e la coscienza, ogni dolore

e ogni male che soffochi la vostra propria esistenza e di coloro che vi sono vicini.

Non fate delle previsioni sopra il numero degli eletti, ne giudicate prima la sua evoluzione o le sue capacità davanti delle verità che portate, giacche non conoscete il Padrone degli Spiriti ne l’intenzione di coloro che gli guidano verso di voi e verso la vostra programmata attività. Sforzatevi in identificare la vostra natura spirituale e fate operativo il suo dettami con la spontaneità e la libertà di parola e d’azione che interpretate “.

Che cosa è allora Solex-Mal Idioma Universale …?

Vi rispondiamo con i suoi statuti fondamentali :

A.- Recezione, interpretazione, ricerca ed adattamento del messaggio extraterrestre per la sua assimilazione, comprensione e applicazione alla logica tridimensionale umana.

B.- Ricerca del fenomeno extraterrestre e il contributo al chiarimento della tematica ufologica della contemporaneità dei fenomeni e motivi di studio, che durante la storia e forse nelle prospettive future, potranno abballare la reale esistenza di una coscienza volumetrica esterna al nostro pianeta.

C.- La presa di coscienza messianica e la divulgazione della logica portata dai diversi contattati e particolarmente da Eugenio Siragusa, della citata coscienza esteriore. La definizione e lo studio degli aspetti cosmogonici dell’uomo nella sua triplice identità : corpo-anima-spirito e la sua interrelazione con la Suprema Intelligenza.

D.- La diffusione, formulazione e lo studio di nuove e costruttive formule di progetto sociologico, umanitario e spirituale, con tendenza a liberare l’uomo dall’odio,dalla violenza, dalla guerra e dalla  materialità per portarlo verso la Giustizia, Pace e Amore Universali.

Inoltre, siamo coscienti, che la Verità non si compra e non si vende. Beati tutti coloro che crederanno senza vedere e senza toccare, la Qualità e non la quantità.

E.- La ricerca filosofica-pratica e la sua applicazione razionale di nuovi codici e presupposti di vera convivenza cristiana, morale, etica e positiva per la creazione operativa della reale identità umana.

F.- Lo studio, compressione, ricerca del perpetuo dialogo ecologico, cosmogonico e sostegno della Natura, rispetto dell’uomo e dello spazio esterno e interno alla natura vitale ed esistenziale dello stesso.

E in un altro dei suoi punti : Solex-Mal Idioma Universale è assolutamente e senza possibili equivoci, apocalittici.

Gli studiosi e ricercatori che si aderiscono volontariamente ad esso, possono appartenere a tutte le correnti politiche e religiose della Terra. Nell’ambito di Solex-Mal Idioma Universale non è permesso a nessuno, per nessun motivo, politicizzare le tematiche di studio, o fare politica. Più

concretamente, i pilastri ideologici e funzionali della stessa, si nutrono con il rispetto e devozione agli alti valori della Fratellanza Cosmica, ispirata e guidata dai solidi principi di Giustizia, Pace  e Amore Universali. Solex-Mal Idioma Universale non è una setta, ne riveste caratteristiche pseudo-religiose; l’operatività della stessa e il suo funzionamento devono stendersi dentro dell’ambito della ricerca messianica e della presa di coscienza.

Solex-Mal Idioma Universale fonda la sua propria esistenza nella perpetuazione dei valori spirituali, morali e scientifici senza che gli stessi si associano necessariamente a nessuno dei credi o correnti dottrinali che ora o in qualsiasi altro momento, possano servire di base a dottrine, sette e religioni nell’ambito generale dell’uomo.

In quanto a noi, semplici persone, non siamo altro che puri strumenti di un Volere Superiore, che ha coniugato i fili delle nostre proprie volontà facendoci così, più lungimiranti e desiderosi di un futuro più bello e armonioso per ognuno degli esseri viventi di questo pianeta.

Siamo anche coscienti, che questo tempo, questo spazio e questi personaggi, sono unici ed irripetibili, e noi siamo saliti sulla nave del miracolo e della rivelazione iniziatica per proseguiré la nostra rotta celeste, rendendoci disponibili a chi e per chi ci è concesso esistere spiritualmente.

Tutta la programmazione e il insieme dell’operatività extraterrestre sul nostro pianeta, si definiscono soprattutto nella personalità di Eugenio Siragusa, come strumento cosciente di questa logica che ci visita e dove l’Intelligenza si fa forma espressiva ed operativa.

Solex-Mal Idioma Universale non è altro, che la risultante pratica dell’ammirazione e riconoscimento spirituale a quest’uomo, dal quale emana la nostra forza e per cui testimoniamo e ricerchiamo. Desideriamo che questo sia un sincero invito ad un dialogo aperto e partecipativo, che edifichi in qualsiasi modo, un futuro degno di esseri coscienti ed evoluti.

IL FONDATORE DI SOLEX-MAL IDIOMA UNIVERSAL

IL TESTIMONE DELL’ETERNO PRESENTE

 Filippo Bongiovanni

 

SOLEX-MAL IDIOMA UNIVERSALE E I TESTI DI STUDIO

(ANGELI IERI, EXTRATERRESTRI OGGI )

Uno studio profondo della tematica extraterrestre nel suo lato messianico, così come nell’aspetto del contattismo , ci porta a formulare concettualmente, le seguenti conclusioni :

1.- L’UOMO NON E’ IL CENTRO DELLA VITA NE PADRONE DELL’ESISTENZA,

150 BILIONI DI UNIVERSI, CONTENGONO POLIEDRICAMENTE, ALTRE TANTE

CONCEZIONI DELL’ESSERE NEL SUO ASPETTO FISICO-PSICHICO-SPIRITUALE.

2.- LA FORMAZIONE DELLA TERRA E’ IL RISULTATO LOGICO DELLA ESPANSIONE E DELLA SISTOLE-DIASTOLE UNIVERSALE E LA RAZZA CHE

IN ESSA ABITA E’ STATA GENERATA, TUTELATA ED ISTRUITA DA ESSERI

EXTRATERRESTRI, CHE PORTARONO LA GENETICA E DOTARONO AL L’

“ANIMALE-UOMO” D’INTELLIGENZA, FACENDOLO A SUA IMMAGINE E

3.- IL FONDAMENTO BASILARE DELL’ESISTENZA, EMANATA DALL’IDEA CREATIVA CHE RISIEDE NEL SOLE. OGNI SOLE ISTRUISCE UNA GENETICA PROPRIA E CARATTERISTICA. LO SPIRITO SANTO O PRINCIPIO DELLE COSE, E’ IMPRESSO

NELL’ATOMO SUBLIMATO DELL’ IDROGENO; LA SUA SCISSIONE OPPURE MANIPOLAZIONE INDISCRIMINATA DA PARTE DELL’UOMO, PUO’ COMPORTARE  L’AUTODISTRUZIONE TOTALE E L’ANNIENTAMENTO DELLE FORZE COESIVE

CHE MANTENGONO LE STRUTTURE MATERIALI E PSICHICHE DELLA VITA, IN

TUTTE LE SUE MANIFESTAZIONI.

4.- I TESTI SACRI, CON LA LORO CARICA DOTTRINALE, NON SONO ALTRO

CHE I PRIMI TRATTATI SCIENTIFICI DI QUESTO INTERVENTO EXTRATERRESTRE VERSO L’UOMO, CHE HA DOTATO LA RIVELAZIONE STESSA DELL’IDEA MISTICA RELIGIOSA, PER OTTENERE IL MINIMO STIMOLO ASCENSIONALE AL PIANO LOGICO, SCIENTIFICO E CONCETTUALE, DOVE DOVREMMO ESSERE ADESSO SE LE LEGATURE DOGMATICHE NON AVREBBERO TRATTENUTO IL NOSTRO DESIDERIO DI PROGRESSARE VERSO UNA CONCEZIONE PIU’ LOGICA E LIBERATRICE.

5.- LA REINCARNAZIONE E’ UNA COSTANTE NELL’UNIVERSO E L’UOMO, COME ALTRE CREATURE, DEVE ASCENDERE ATTRAVERSO IL SUO “ RITORNO “ E  DELLE SUE ESPERIENZE, AL PIANO CONTEMPLATIVO DA DOVE PROVENIAMO E AL QUALE RITORNEREMO PRIMA O POI.

6.- RIVESTITI DI CARNE, ESISTONO SUL NOSTRO PIANETA, ALTRI TANTI OPERATORI EXTRATERRESTRI IN MISSIONE, SU I GIA’ CITATI PIANI MATERIALE-SPIRITUALE, CONTRIBUENDO CON I LORO SACRIFICI AL PROGRESSO DELLA

SPECIE: …”SONO NEL MONDO, MA NON SONO DEL MONDO…”.

7.- GLI EXTRATERRESTRI VIGILANO CON I LORO PODEROSI MEZZI, LA POSSIBILITA’ DI UNA GUERRA ATOMICA, CHE METTEREBBE IN PERICOLO LE

ALTRE SFERE CELESTI, CAUSANDO GRAVISSIMI SCONVOLGIMENTI, TANTO NEL NOSTRO COME NEGLI ALTRI SISTEMI SOLARI.

8.- SE PARAGONIAMO, POSSIAMO CONSIDERARE LA TERRA, COME LA CELLULA  CONTENITRICE DELL’ENZIMA-UOMO, PERCIO’ DIPENDE DALL’ECONOMIA E

DAL NOSTRO FUNZIONAMENTO ARMONICO, CHE LE REAZIONI TERRENE SIANO POSITIVE OPPURE NEGATIVE.

9.- GLI ZIGOS, O FORZE PRIMORDIALI DELLA NATURA (ARIA, ACQUA, TERRA,

FUOCO), SONO GLI STRUMENTI DI CUI SI SERVE L’INTELLIGENZA, PER REGOLARE I PROCESSI TRA LA CELLULA E GLI ENZIMI. LA NOSTRA OPERATIVITA’ PUO’ CONVERTIRE QUESTA DIMORA CELESTE IN UN INFERNO O IN UN PARADISO, AVENDO IN CONTRO OPPURE A FAVORE QUANTO CI STA  INTORNO.

9.- I PROCESSI APOCALITTICI CHE L’UOMO HA GENERATO, SI DEVONO PORTARE A TERMINE NECESSARIAMENTE IN UN CAMBIO TRAUMATICO CHE POTRA’  INCORONARE LA NUOVA ERA.

“COLUI CHE STA PER RITORNARE CON POTERE E GLORIA E CHE ASCESE

AL SUO MONDO, RITORNERA’ NELLO STESSO MODO; CIOE’, SULLA SUA

ASTRONAVE EXTRATERRESTRE…” “LA GERUSALEMME CHE DISCENDE DAL CIELO…” E INSIEME A LUI, TUTTA LA MILIZIA CELESTE.

10.- TUTTA LA PROGRAMMAZIONE E L’ INSIEME DELL’OPERATIVITA’ EXTRATERRENA NEL NOSTRO PIANETA, SI DEFINISCONO IN MAGGIORE MISURA NELLA PERSONALITA’ DI EUGENIO SIRAGUSA, COME STRUMENTO COSCIENTE DI QUESTA LOGICA CHE CI VISITA E DOVE L’INTELLIGENZA PRENDE FORMA ESPRESSIVA ED OPERATIVA.

SOLEX-MAL IDIOMA UNIVERSALE NON E’ ALTRO CHE IL RISULTATO PRATICO DELL’AMMIRAZIONE E RICONOSCIMENTO SPIRITUALE A QUEST’UOMO , DAL  QUALE EMANA LA NOSTRA FORZA E PER CUI TESTIMONIAMO E FACCIAMO RICERCA.

Desideriamo che questo sia un sincero invito ad un dialogo aperto e partecipativo, che edifichi in qualsiasi caso, un futuro degno di esseri coscienti ed evoluti.