HALLOWEEN

Halloween è una festa di origini celtiche che ha come tema principale la morte, in sintonia con ciò che avviene in natura. In inverno la vita sembra tacere, sembra tutto in una strana quiete rispetto al periodo primaverile ed estivo, mentre in realtà la vita stessa si rinnova sottoterra dove tra l’altro, riposano i morti. Da qui l’accostamento dello Samhain che è il capodanno celtico unito al culto dei morti.
I Celti credevano, quindi, che alla vigilia di ogni nuovo anno (per loro il 31 ottobre), Samhain chiamasse a sé tutti gli spiriti dei morti, che vivevano in una terra di eterna giovinezza e felicità chiamata Tir nan Oge, e che le forze degli spiriti potessero unirsi al mondo dei viventi, provocando in questo modo il dissolvimento temporaneo delle leggi del tempo e dello spazio e facendo sì che l’aldilà si fondesse con il mondo dei vivi e permettendo agli spiriti erranti di vagare indisturbati sulla Terra. Samhain era, dunque, una celebrazione ambigua che univa da un lato la paura della morte e degli spiriti, e dall’altro all’allegria dei festeggiamenti per la fine del vecchio anno.
Durante la notte del 31 ottobre si tenevano dei raduni nei boschi e sulle colline per la cerimonia dell’accensione di un Fuoco Sacro accompagnato da sacrifici animali. Vestiti con maschere grottesche, usate appunto nei riti in cui il proprio volto con la propria reale essenza deve essere velata, i Celti tornavano al villaggio, facendosi luce con lanterne costituite da cipolle intagliate al cui interno erano poste le braci del Fuoco Sacro. Dopo questi riti i Celti festeggiavano per 3 giorni, mascherandosi con le pelli degli animali uccisi precedentemente per spaventare gli spiriti che dapprima invece venivano invocati, in modo da esorcizzarne la paura. In Irlanda, poi, si diffuse l’usanza di accendere delle torce e delle fiaccole fuori dagli usci delle proprie abitazioni per donare cibo e latte alle anime dei defunti che, richiamati, avrebbero reso visita ai propri familiari, affinché potessero rifocillarsi e decidessero di non fare scherzi ai viventi.
Il regno dei morti è un regno in cui le anime disincarnate sono in un luogo astrale pneumatico (Fasce di Van Allen), e per rispondere alla legge causa-effetto, entrano in una fase di “auto-analisi” nell’attesa della nuova reincarnazione. Molte di queste anime, diventano tentatori delle anime sulle Terra, e se richiamate con pratiche occulte, riescono meglio nel loro compito.
Il danno è da ambo i lati, sia per chi li richiama che rischia seriamente di richiamare forze negative travestite con delle maschere di luce, sia per le anime stesse che vengono disturbate e il loro percorso evolutivo ritardato.
Le forze condizionanti a cui ci riferiamo, esistono e sono forze sinistre occulte all’interno della nostra dimensione, alimentate principalmente dal mal costume della nostra società e da altri fattori non meno importanti (televisione,cinema,musica distonica, comunicazione subliminale ed ecc …) che si muovono spesso riuscendo a strumentalizzare, previo condizionamento iniziale, I PENSIERI. Inevitabile il processo, quindi, che l’uomo venga sottoposto a quello che lui stesso alimenta, attirando su se stesso l’arrivo di SPIRITI LUCIFERICI, ARIMANICI, ASURICI appigliandosi allo stato più interiore dell’uomo cioè IL CORPO ASTRALE. Queste entità, dunque, propongono all’asservimento ad istinti e pratiche non costruttive ma degenerative.
Le giovani generazioni risultano le più colpite, che cadono inesorabilmente verso il baratro della dissolutezza e della morte!!!
Le loro COSCIENZE perdono il LUME, fino al punto che non sanno DISCERNERE il BENE dal MALE, il POSITIVO dal NEGATIVO, divenendo veicoli e portatori di forme da indurre in tentazione l’intera società.
Se sono in molti a riflettere, perché viviamo un processo così rapido di decadenza morale e spirituale, e anche vero che esiste la passività dei popoli a rimanere indifferenti e a tacere su simili processi.
L’OCCULTO L’acceso desiderio di entrare in contatto con l’occulto.
Non fatevi influenzare dalle vibrazioni, tendenti a procurare sensazioni miranti a sollevare turbamenti psico-fisici. L’arte sottile delle avverse forze punta decisamente sull’esaltazione delle sensazioni emergenti dal subconscio e sull’acceso desiderio di entrare in contatto con l’occulto con l’inconoscibile. State vigili e attenti! Le forze negative, e questo ve lo abbiamo ripetutamente detto, si servono di materiali spesso rivestiti di apparenze molto allettanti e cariche di Valori possessivi condizionanti. Per molti che non sanno è facile cadere nelle sottili reti che, accuratamente e astutamente, tessono per poi imbrigliare. Il male non è debole e la materia corrotta è la fonte della sua forza. Ma ricordatevi sempre: Nulla può contro la Luce e nulla può contro chi è fortificato nello Spirito e alimentato dalla Saggia Sapienza del Supremo Amore Cristico. Ricordatevi ancora: il vostro solo ed unico Maestro è Gesù, condottiero del Verace Bene.
Pace a tutti.
Woodok
Eugenio Siragusa
Forze condizionanti
Abbiate molto acume nel Discernimento.
Esistono forze occulte che agiscono, e spesso, riescono a condizionare i vostri pensieri.
Vi abbiamo ampiamente riferito su questo serio argomento. Queste forze possono essere controllate e rese incapaci di agire se vi predisponete ad una Vibrazione Spirituale sufficientemente Alta ed idonea ad impedire che tali forze abbiano presa sul vostro Astrale.
Vi ripetiamo di stare molto attenti, perché è vero che dicono di essere quello che in realtà non sono, per poi proporvi condizionamenti o peggio, l’asservimento ad istinti e pratiche tutt’altro che edificanti. Queste forze possono essere da noi eliminate se il Ravvedimento e le Predisposizioni dell’Astrale condizionato avvengono in un tempo breve e con piena Coscienza. Vi ripetiamo ancora quanto vi è stato detto: «Un albero buono non può dare frutti cattivi, un albero cattivo non può dare frutti buoni». State guardinghi e abbiate cura nel discernere bene se non volete essere preda di queste oscure e basse forze.
Pace.
Il Consolatore
Nicolosi, 14 Giugno 1978 ore 12,45
EVITATE LE PRATICHE MAGICHE
Attenti, attenti, attenti, figliuoli e figliuole, attenti! Evitate le pratiche magiche e quant’altro vi propone l’asservimento dei vostri spiriti al delirante desiderio delle forze diaboliche. Non prestatevi a giochi pericolosi e guardatevi bene da coloro che ve li propongono. Gli emissari del male sono numerosissimi e la loro arte sottile e spesso convincente. È stato detto e scritto: «dai loro frutti conoscerete chi sono».Se vi invitano al controllo mentale, fuggite! Se vi propongono pratiche ipnotiche e quant’altro può debilitare la vostra identità spirituale, fuggite!Se vi consigliano di chiamare entità disincarnate, non fatelo!State attenti!Il principe di questo Mondo e i suoi partigiani, oltre alle droghe, posseggono forze malefiche mentali e psichiche che è difficile controllare. Dite: no!Se direte sì, vi troverete come un moscerino nella rete del ragno. Io vi ho avvertiti! State guardinghi e nutrite l’Amore di Cristo che è in voi. Solo questo bene vi renderà forti e incorruttibili.
Pace.
Il Consolatore
Nicolosi, 24 Febbraio 1978
ore 17,10
Eugenio Siragusa
per il CENTRO STUDI EUGENIO SIRAGUSA
MARIA PIA CAVALLO
Publicado en Sin categoría
error: Content is protected !!