“Trump all’Onu, se la Corea del Nord attacca l’unica scelta è distruggerla”

http://www.ansa.it/…/onu-trump-oggi-e-un-grande-giorno_bb7f…

…Benyamin Netanyahu, che ha definito il discorso del tycoon “il più coraggioso e il più netto ascoltato in 30 anni di Nazioni Unite”: “Ha detto la verità sulle minacce che incombono sul mondo e ha lanciato un appello ad affrontarle con forza per garantire il futuro dell’umanità”…

-Giornalisti e analisti, auspicano che dovrebbe aprirsi un negoziato, e che proprio L’ONU, come giusto che sia, questo è il suo ruolo, dovrebbe garantire questo dialogo, tra le nazioni…
Ma la pressione degli U.S.A è talmente alta, all’interno di essa, per proporre nuove sanzioni, che i toni si stanno facendo sempre come ebbi a dire di più intolleranti
E poi in definitiva: GUERRA PER CHE COSA…? 
TUTTE LE ARMI ANDREBBERO BANDITE, TOTALMENTE, ANCOR DI PIU’ QUELLE NUCLEARI..! E trovare la via della pace e della concordia tra tutte le nazioni della terra…

-Ripropongo quello che Eugenio e che noi a sua testimonianza in diverse occasioni abbiamo detto:

Ho scritto il 09 giugno 1982.
L’ONU a che serve?
A cosa serve questo mastodontico edificio dove si svolge una vita comoda e dove i complotti internazionali hanno luogo di giorno e di notte ?
Tutti sono accomodati nel palazzo di vetro e tutti sono sulle loro comode poltrone ed ottime remunerazioni. Non è così?…
Veti a destra, veti a sinistra!!!
IL più forte prevale , così sul più debole e su tutti coloro che solo possono “chiacchierare” senza poter fare prevalere una giusta causa.
Basta un veto e tutto finisce lì..!!!
Le guerre continuano, le violazioni proseguono ed i morti si ammucchiano vertiginosamente.
Allora? L’Onu a cosa serve?
Che utilità hanno i popoli di questo “palazzo” dove gli intrighi politici fermentano, affinchè un popolo continui ad essere nemico di un altro popolo?
E gli abusi,le violenze diplomatiche,dove li mettiamo: dentro o fuori?
A che cosa serve l’ONU?
Eugenio Siragusa

Ho scritto il 15 Agosto 1987 :
L’ONU,ne abbiamo già parlato. Una macrocosmica struttura politica mondiale incapace di funzionare. A che serve l’ONU ? Se è privo del potere di far rispettare i diritti fondamentali della vita dei popoli, della pace e della giustizia. A che serve questo elefantiaco potere fittizio soggetto ad essere prevaricato, disubbidito da arroganti e violenti despoti, disposti ad ignorare i più elementari diritti della vita.
A che serve l’ONU, se basta un veto dei cosi detti “grandi” per permettere che i piccoli indifesi vengono divorati ?
A che serve l’ONU ?
Eppure sarebbe potuto servire per impedire la scalata verso l’autodistruzione del genere umano di questo pianeta.
L’amico dell’Homo :
Eugenio Siragusa

Publicado en Celeste, Científicos, Epiritual, Internacional, Messaggi, Sociales y globales, spirituale

CAMPAGNA DIFFAMATORIA

https://plus.google.com/+salvooliveriverit%C3…/…/CkzbUPXitjZ

Si continua a distanza di anni, dopo ogni dubbio dissolto come neve al sole, a infangare la personalità di Eugenio Siragusa.
Come più volte abbiamo detto, GENTAGLIA di poco conto, dei buona a nulla, vorrebbero asserire, ancora oggi, con la loro parola senza nessun peso, che per il solo semplice fatto, di essere stati ricevuti da Eugenio, di forma “compassionevole” e per educazione, in tempi non sospetti, poi si rivelarono ciò che sono, che le loro chiacchiere sono “costruite su solidi fatti”.
E non solo, vanno in giro, “forgiandosi” utilizzando anche il simbolo e il buon nome anche se questo fu chiuso, per missione compiuta dal suo fondatore nel 1978. Parliamo del Centro Studi Fratellanza Cosmica .
La cosa più allarmante, e che hanno facilmente dimenticato, che in quel periodo, dell’ingiusta detenzione, ci furono 20.000 casi di avvistamento di DISCHI VOLANTI EXTRATERRESTRI…in maggioranza quelli avvenuti in italia, da parte delle forze dell’ordine, nulla a che vedere con le “ridicole” calunnie che questi figli dell’errore vorrebbero mettere in circolazione.
Infine ma anche LA GIUSTIZIA UMANA gli diede ragione -ASSOLTO A FORMULA PIENA PERCHE’ IL FATTO NON SUSSISTE-
Ammassi di carne morta, come questi “individui” continuano la loro “missione” e per sicurezza chiudono di dare la possibilità di continuare a commentare a chi ha argomenti, il canale del loro accaunt, come se fosse, che chi parla per ultimo senza diritto di replica, abbia ragione…
E’ nostro preciso dovere, ancora una volta, denunciare pubblicamente l’operato falso e senza fondamento di questi “personaggi” che li rimettiamo alla Giustizia Divina, coscienti che presto sapremo che tipo di cibo-specie animale, sarà per i predatori che popolano il prossimo pianeta che li ospiterà.

Publicado en Epiritual, Internacional, Messaggi, Sociales y globales, spirituale, Ufo

Morto Stanislav Petrov, l’eroe dimenticato che salvò il mondo dall’apocalisse nucleare

             http://www.corriere.it/esteri/17_settembre_16/morto-stanislav…

Gli angeli esistono e sono in mezzo a noi, lui è stato uno di questi in servizio sul pianeta terra..!
Abbraccio Cosmico 


La Storia dell’uomo che ha salvato il Pianeta

ULTIMA ORA:
Com’è iniqua la società di questo pianeta, innalza i criminali e immola le anime generose di donarsi per la salvezza del prossimo.
A un “criminale” inventore di armi di distruzione di massa, riservati per lui tutti gli onori di stato, e a chi gli dobbiamo, rendendosi strumento di Dio per aver salvato il mondo, dall’olocausto atomico invece viene dimenticato dopo aver vissuto una vita di stenti e bandito dallo stato…
QUESTA E’ LA TRISTE E AMARA REALTA’ DEL XXI° SECOLO ..!

L’eroe dimenticato che salvò il mondo dall’apocalisse nucleare

 

Publicado en Científicos, Epiritual, Internacional, Messaggi, Sociales y globales, spirituale

IN RICORDO OGGI DI MADRE TERESA

In ricordo oggi di Madre Teresa, tenendo presente dove prima è Dio a santificare le opere dei suoi spiriti solari inviati su questo pianeta

L’AMORE DELLE PICCOLE COSE
“Le mie Suore lavorano anche in Australia. Nella riserva, tra gli aborigeni dove lavorano, c’era un uomo molto vecchio.
Quest’uomo aveva … Vi assicuro che non avete mai avuto occasione di vedere una situazione tanto difficile come quella che attraversava quel povero vecchio.”
Gli dissi: -Per favore , lasci che le pulisca la casa, che le lavi la roba e le faccia il letto.
Mi rispose: -Sto bene così. Lasci stare.
Gli dissi di nuovo: -Starà ancora meglio, se me lo permette.
Alla fine acconsentì. Così potei pulirgli la casa e lavare la sua roba.
Poi scoprii una bella lampada, coperta di polvere: solo Dio sa da quanti anni non era stata accesa.
Gli domandai: -Non accende questa lampada? Non la usi mai?
-No – rispose. -Non viene nessuno a visitarmi. Non ho bisogno di accenderla. Per chi dovrei farlo?
Gli chiesi: -L’accenderebbe ogni sera, se venissero le Suore?
-Certo – rispose.
A partire da quel giorno, le Suore si presero l’impegno di andarlo a trovare tutte le sere.
Pulimmo la lampada.
Le suore l’accendevano tutte le sere.
Passarono due anni. Io mi ero già completamente dimenticata di lui.
Mi mandò questa ambasciata: “Dite alla mia amica che la luce che accese nella mia vita continua ancora a risplendere”.
Pensai che era una cosa ben piccola.
Spesso trascuriamo queste piccole cose.
Madre Teresa di Calcutta

-Così Eugenio, per SINTONIA

L’amore e l’armonia delle piccole cose edificano l’amore e l’armonia delle grandi cose. l’amore e l’armonia delle piccole cose edificano l’amore e l’armonia delle grandi cose. Il grande è legato al piccolo ed il piccolo al grande. Dio è legato all’uomo e l’uomo è legato a Dio. Se l’uomo perde la conoscenza di questa eterna verità, il legame diviene fragile e perde la sintonia che unisce il divino all’umano. Ogni cosa creata e manifestata è sempre, invisibilmente, una sola cosa, anche se così non vi sembra. nell’economia creativa del cosmo, l’operosità di ogni cosa è utile, ma se degenerante, sostituibile.
Le vostre opere sono degenerate, non fecondate di amore, di armonia e di quant’altro produce equilibrio e coscienza per un proficuo rapporto con la legge creante. Potete essere sostituiti se persevererete, come fate, ad edificare ciò che non è vivificante ed utile al bene creato. Potete, se volete, rendere ogni cosa che vi circonda benigna, aiutante di generosa grazia; ma se non fate crescere l’amore e l’armonia, rimarrete isolati e privi della forza di ciò che governa le piccole cose. Mancherà, inevitabilmente, la sintonia che lega l’umano al divino.
Pace.
Dal cielo alla terra
Eugenio Siragusa
Nicolosi, 11 Novembre 1978
Ore 18:00

SUOR TERESA DI CALCUTTA, in visita a Londra ha provato orrore per la povertà di spirito degli appartenenti alla nostra civiltà e scoppiando in lacrime ha detto:

“ A Calcutta noi abbiamo una casa per i moribondi che raccogliamo per le strade. Qui non sarebbe necessaria, perché non esiste né lebbra né tubercolosi, ma la gente muore, senza amore, di un male più grave, di una povertà diversa, la povertà di spirito. Piango, perché mi rendo conto che questa povertà è molto peggiore di quella che regna a Calcutta. Il diavolo domina la vostra società.”

Approfondimenti:
https://www.facebook.com/filippo.bongiovanni.3/posts/1228128760585618?fref=nf

Publicado en Sin categoría

Scrivevo anni fa: “IL Ricordo del Gen.Carlo Alberto dalla Chiesa”

-Scrivevo anni fa:

IL Ricordo del Gen.Carlo Alberto dalla Chiesa

“Nella lunga e larga storia della nostra repubblica, della nostra Patria, non mancano atroci per usare un linguaggio tecnico “delitti eccellenti”. Sono pienamente convinto, che la figura del Generale rientra tra questi e forse tra i più spaventosi per dinamica e alto senso di trauma che provocò ai giovani e alla società tutta di allora.
Non potrò mai dimenticarlo quel giorno…!! Mi trovavo a Roma, con quella che poi sarebbe diventata da li a qualche mese mia moglie, commentai questo ad aprire la prima pagina del quotidiano che avevo tra le mani…”Con la morte del Generale, lascio il mio paese in un mare di guai”.Piansi e mia moglie al vedermi molto emozionato, ovviamente mi chiese…Mi precipitai a chiamare da una cabina telefonica Eugenio. Il commento fu terribile ed emozionante ma lo fu ancora di più quando mi confessò una traumatica rivelazione che aveva saputo qualche istante prima…Non posso rivelarla, anche se nel corso degli anni e a qualche amico fraterno l’ho detto…Aveva a che fare con Lui e con la Sua famiglia…Non posso dire di più…!! Il ricordo del Generale Carlo Alberto dalla Chiesa è profondo e immenso. Un GRANDE, che con alto senso del Dovere, mi rende orgoglioso di essere Italiano ed enormemente consapevole di come si mette a disposizione la propria vita per “UNA CAUSA GIUSTA”…!! GRAZIE GENERALE PER ESSERE NATO E AVERCI TRASMESSO CHE LEI E’UN EROE NEI NOSTRI CUORI…!!”

La foto ritrae il Generale C.A.Dalla Chiesa e la sua giovane moglie Emanuela Setti Carraro entrambi uccisi a Palermo il 3 sett.1982

http://eugeniosiragusa.forumitalian.com/t1223-per-non-dimen…

 

Publicado en Epiritual, Internacional, Messaggi, Sociales y globales, spirituale

INCONTRO CON LA MADONNA DI SIRACUSA…“In ricordo della Madonnina delle Lacrime di Siracusa”

Scrivevo anni fa e per queste date
Abbraccio Cosmico .

In ricordo della Madonnina delle Lacrime di Siracusa

In ricordo della Madonnina delle Lacrime di Siracusa,che proprio in questi giorni dal 29 agosto al 1º settembre 1953 cadono le date della Sua ricorrenza. Desideriamo Anche in questa occasione dirvi,quanto Eugenio ci narra sulla sua profonda devozione alla Celeste Madre dei Cieli Maria, e l’unione con questo prodigioso evento.

INCONTRO CON LA MADONNA DI SIRACUSA

E.-Ve l’ ho raccontato quando ho incontrato quella signora in piazza Università prima che la Madonna di Siracusa piangesse?
Io avevo già avuto la mia missione e un giorno passavo per Piazza Università a Catania. Quando mi si avvicina e mi ferma una donna vestita di nero. Era anziana, ma era bella, però di una bellezza, con un viso luminoso. Però era vestita di nero, un vestito ben fatto ed elegante, di una stoffa che sembrava seta pesante nera. Mi ferma e mi dice:
“Mi fai l’elemosina?”
Io, in un primo momento, resto perplesso, perché vedendo una donna così ben vestita non me lo aspettavo. Ma lei mi guarda fisso negli occhi ed io non dubito. Io però avevo cinquanta lire soltanto in tasca, 50 lire allora erano qualcosa.
E.- le dico:
“Ho solo 50 lire in tasca!”
Però mentre mettevo la mano in tasca per prendere le 50 lire, lei mi prende dalle spalle e mi gira. Siccome il vento veniva dal Duomo, lei si è messa con le sue spalle contro il vento e così mi riparava.
Nel vento sai ci sono delle cose strane, delle cose buone, delle cose cattive. Dal vento bisogna guardarsi, perché ci sono venti e venti.
Comunque lei mi gira e si mette lei con le spalle al vento e mi ripara, io questa mossa la notai. Io le chiedo:“Dove abiti?” Perché io allora lavoravo al dazio, vicino al porto, e sempre mi regalavano cose, specialmente da mangiare, cose che le potevano servire. E lei mi risponde : “Io vivo in un sottoscala. In Via Tal dei Tali”.
Poi ci salutiamo. Dopo del tempo io cerco questa strada per portarla qualcosa, ma non la trovo. Mi informo meglio e mi dicono che a Catania quella strada non esisteva. Passa il tempo e io faccio un sogno, e vedo questa donna che passava davanti a dove lavoravo, con una carrozza di quelle antiche trainate da sei cavalli bianchi. E lei era sul cocchio che guidava questi cavalli bianchi. Io mi ricordai e la rincorsi, dicendole: “Signora, ma lei dove mi ha detto che abita, io non la trovo. Come faccio”… Lei mi prende per la mano e mi mette sul cocchio. Io mi sveglio, perché ho avuto un trauma e mi sono svegliato. Il giorno seguente vado in ufficio e vedo delle camionette che fanno spola Catania-Siracusa. Ad un certo punto vedo un guidatore che si ferma lì per telefonare e gli chiedo: “Dimmi cosa sta succedendo? Ma che cosa è tutto questo traffico?”Mi risponde: “C’è una Madonna che piange a Siracusa, c’è folla e quindi facciamo la spola perché possono nascere incidenti. Anzi guardi, se vuole,c’è la fotografia qua, e un pezzo di cotone bagnato con le lacrime. L’ho messo ad un malato grave ai reni ed è guarito.” Poi passa il tempo e finalmente vado a Siracusa, già avevano fatto il tempio della Madonna delle Lacrime. E se ci siete stati a Siracusa, saprete che il tempio è più basso del livello della strada, come un sottoscala. Vado per comprare una cosa che dovevo regalare e vedo l’indirizzo dove era stato fatto il tempio, lo leggo, era lo stesso che mi aveva dato quella Signora, in un sottoscala. Ci vado, mi inginocchio davanti al suo quadro e mi metto a piangere come un bambino e a parlarle, meno male che il tempio in quel momento era deserto, perché se c’era qualcuno mi prendeva per pazzo vedendomi in quello stato. Poi questa stessa Signora è apparsa ad Adrano.
Ma sai come la amo, è la mia Madre spirituale ed io la amo tenerissimamente. Sempre lei mi si manifesta in qualche modo, per dimostrarmi che mi stava vicino e che mi avvolge con il suo amore. Per darti un esempio, un giorno qui in casa parlavo di Lei, perché io scrivo Belle belle cose certe volte su di lei. Mi piace adularla di amore puro, di amore vero. Era il giorno dell’Immacolata Concessione e stavo leggendo quello che avevo scritto su di Lei e spunta un fratello, entra della porte con un foglio arrotolato sotto il braccio.Mi da questo cartoncino arrotolato e mi dice: “Ciao Eugenio, ti ho portato questo dono. Mi dispiace che con sia molto ben riuscito, ma è una cosa fatta da me.” Io srotolo il cartoncino, io avevo letto un messaggio dove parlavo di Lei, appena aperto il sangue mi si è gelato nelle vene.C’era l’immagine della Madonna. Era un modo,attraverso questo ragazzo per mandarmi un segno della sua benevolenza del suo amore…
Eugenio Siragusa 12 agosto 1983

Approfondimenti:
http://solexmalidiomauniversale.blogspot.it/search…

http://solexmalidiomauniversale.blogspot.it/search…

http://solexmalidiomauniversale.blogspot.it/search…

Publicado en Celeste, Epiritual, Internacional, Madonna, Messaggi, Siracusa, Sociales y globales, spirituale

Ricordandoti Eugenio… Il nostro pensiero corre a te, in questo giorno

-Ricordandoti Eugenio.
Il nostro pensiero corre a te, in questo giorno, che umanamente lasciasti le vie di questo mondo, per raggiungere il tuo roseto solare, preparato per te, dall’Intelligenza Cosmica.
Grazie, Padre Spirituale dei nostri spiriti, Eugenio, per essere rimasto ancora qui, in questo mondo, e per averci risvegliato dal sonno della morte, e condurci con le tue rivelazioni cosmiche a Cristo-Gesù per presentarci degni al cospetto di Dio.
Filippo e tutte le famiglie unite a te con dilezione spirituale.

Dal cielo alla terra
Sondaggio p.e.s. solex.
Tu, fratello, figlio della stessa forza creativa, espressione vivente ed operante dell’io supremo di tutta l’anima cosmica, ancora ignaro delle tue vere origini.
Tu, uomo, che scruti e che senti affiorare nello spirito una nuova coscienza ed un migliore sentire dentro di te, ascolta, ascolta.
ora l’anima tua sente e vede oltre i confini del tuo limitato spazio e delle sue limitate facoltà; vede, sente ed imprime in te, uomo, una più chiara consapevolezza di quello che realmente sei, di quello, che in verità, sei sempre stato e sempre sarai:
“Discendente di una stirpe di celesti colonizzatori del cosmo”.
il velo del mistero lentamente si dilata, si scioglie dinanzi alle nuove facoltà che la grande anima umana conquista a prezzo di duri sacrifici.
La tua coscienza, uomo, si risveglia nell’eterna verità, in quella verità che ti ha sempre sovrastato, che ti ha spinto a ricredere nel divino, che ti ha inconsciamente avviato verso il sentiero dell’ascesa, verso l”amore di tutte le creature di Dio.
Tu, uomo, cominci realmente a sentire che non sei mai stato solo e che altri figli di dio e fratelli tuoi vivono, amano ed operano nella grande patria universale, nel celeste regno cosmico. si risveglia in te il rammarico di aver fatto un’altra esperienza del libero arbitrio, di aver continuato nell’ errore, di aver disubbidito, di aver edificato l’opposto del bene, di essere rimasto per lungo tempo volontario prigioniero dell’abisso del male.
Ora ascolta, uomo!
Ancora una volta, il cielo ha mandato sulla terra la luce della salvezza, della tua salvezza. cerca di comprendere la potenza di questa luce, di capirla con l’amore della tua fede, di porre l’anima tua, nuda di complessi e scevra di orgoglio e di egoismo, dinanzi alla verità che si rivela alla tua intelligenza. apri il tuo cuore e fai che esso si illumini di verità, di amore e di fraterna pace.
Risorgi dal tuo atavico letargo, guarda là, oltre i confini di questo tuo mondo, scruta con lo spirito, ascolta con l’anima e sentirai che un’infinità di cuori ansano per te, pregano per la tua salvezza, sperano nel tuo ritorno alle leggi del padre creativo.
lascia che questo grande amore entri in te, uomo, e sarai salvo, libero per sempre in una felicità che non conosce lacrime di dolore.
L’universo è nostro, tuo, di tutto ciò che vive, ama in colui che è padre creatore, eterna fiamma che arde soavemente in noi, in ogni cosa, che si rallegra di vivere in ogni forma ubbidiente alle sue leggi di giustizia e di amore.
Beati coloro che da questa luce di salvezza trarranno lume di conoscenza e per essa saranno salvati.
il tempo di tutti i tempi si approssima!
pace e amore in tutti i cuori.
Dal cielo alla terra
EUGENIO SIRAGUSA
Catania, 05 Marzo 1965

Publicado en Celeste, Epiritual, Internacional, Messaggi, Sociales y globales, spirituale

Ancora segni..? “Resta comunque altissima l’allerta: a Corpus Christi, centro di 135.000 abitanti”

-Ancora segni..?
L’uragano Harvey si abbatte sul Texas
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/uragano-Harvey-si-abbatte-sul-Texas-proclamato-lo-stato-di-emergenza-vento-a-200-km-orari-3bd2be5e-81f5-4f29-898f-86eaa057e34d.html
“Resta comunque altissima l’allerta: a Corpus Christi, centro di 135.000 abitanti”

-Eugenio sempre più chiaro vivo e operante

Cresce il piacere di uccidere e di uccidersi, cresce sempre di più l’ “harbar” e tutti gli altri mali ad essa collegati.
La divina giustizia dà i suoi palesi segni. I quattro cavalieri dell’Apocalisse: fuoco, acqua, aria e terra, galoppano con maggiore forza al fine di far intendere all’intera umanità che Dio è stanco e che il suo pentimento è sempre valido!
Eugenio Siragusa
29 settembre 1993

 

Publicado en Celeste, Científicos, Ecológicos, Epiritual, Internacional, Madonna, Messaggi, Sociales y globales, spirituale

A PROPOSITO DEI “ BUCHI NERI”

Gaetano… 
Abbraccio Filippo, ho letto un post tuo di Eugenio e si parlava di Giove.
Giove prima era un sole e poi un buco nero ? Ma come può essere…

Filippo:
http://solexmalidiomauniversale.blogspot.it/search…
A proposito dei buchi neri

Filippo:
Nella gloriosa opera DAL CIELO ALLA TERRA, trasmessa dal nostro caro e amato Eugenio, molti scritti sotto il nome del CENTRO STUDI FRATELLANZA COSMICA, sono stati esaudienti nel trasmetterci quella conoscenza astronomica come i nostri Fratelli dello Spazio hanno realizzato per Volontà Superiore.
A risposta di questa domanda:

A PROPOSITO DEI “ BUCHI NERI”

(Corpi celesti invisibili che – la scienza dice – non emettono luce).

La scienza dice che essi sono “ il risultato delle ultime luci dell’evoluzione di una stella di grande massa, nella quale queste fonti d’energia nucleare si sono esaurite”.
La scienza dice pure che “una stella nasce quando una nube d’idrogeno ed altri materiali, per effetto della gravità, comincia a contrarsi. La contrazione continuerebbe all’infinito se non si mettesse in gioco qualche altro fattore. Però l’idrogeno, ad un certo punto, inizia un processo di fusione che produce alte temperature e arresta il processo di contrazione.
Questa fase può durare miliardi di anni. Poi l’idrogeno viene a mancare , diminuendo il calore generato, la forza di gravità prevale su tutte le altre e la stella si contrae catastroficamente, producendo un collasso gravitazionale. Nel collasso. . . la materia viene stropicciata in una sfera di una decina di miglia (se la stella avesse la grandezza del nostro sole) e la forza di gravità e fosse centinaia di bilioni di volte quella della Terra. Qualsiasi cosa cade dentro del suo raggio d’azione rimane imprigionata per sempre… . Nemmeno la luce ha la forza sufficiente per uscire fuori dalla trappola del “buco nero”. Un getto di raggi luminosi , a esso diretti, non viene riflesso,ma bensì rimane intrappolato: da qui proviene la definizione di “buco nero…”

CAMPI MAGNETICI E LOGICA POLIVALENTE

E’ da evidenziare che, in questa descrizione della “nascita” e “morte” di una stella, si parla di : “grande massa” “energia termonucleare”, “forza di gravità”, “il processo di fusione”, “alte temperature”, “generatore di calore”, “contrazione della materia” e di “collasso gravitazionale”.
Non si parla di : “linee di forze magnetiche”, “campi di forza”, “connessioni elettromagnetiche”, “vibrazioni energetiche”, “frequenze di diverse intensità”, “corrente di corpuscoli d’energia”.
Cioè, si parla degli effetti che l’attività di una stella produce sul piano astrofisico della materia, e non delle cause che generano tali effetti.
Questi “buchi neri” sono, in definitiva -dice la scienza-, “corpi invisibili”, materia che non emana luce e sì le radiazioni”.
A mio parere, questa è una contraddizione di termini, e mi spiego : tutta la materia, sia astrofisica o biofisica, non è altro che energia, ossia una fonte di radiazioni; radiazioni che manifestano una gamma di vibrazioni a livelli differenziati, che intrecciandosi e fondendosi in “ determinati punti d’ incontro” creano la causa affinché si concretizzi ciò che all’inizio non è altro che energia.
Questi “punti d’incontro” sono gli astri, le stelle o i soli.
Gli astri, altro non sono che il risultato della propagazione radiale di una miriade di connessioni elettromagnetiche , che emettono a sua volta vibrazioni che si moltiplicano a scala e si dividono in frequenze di varie intensità.
E’ questa varietà dell’intensità di frequenza, ciò che determina il campo di forza magnetica , inoltre alla dimensione spazio-temporale e la “vita” di ognuno dei corpi celesti, in quanto alla materia.
La materia, in definitiva, non è altro che una fonte di radiazioni elettromagnetiche , caratterizzata da un determinata lunghezza d’onda.
In tutto l’Universo non esiste nessun corpo materiale che, essendo energia, non emetta radiazioni…
Abbraccio tutti
Filippo Bongiovanni

Publicado en Celeste, Científicos, Epiritual, Internacional, Messaggi, Sociales y globales, spirituale

“Prima dell’eclissi solare si vede una forma di mano e un braccio…Segni?”

Segni?
Andrea:
Ciao Filippo potrebbe essere un altro segno? Prima dell’eclissi solare si vede una forma di mano e un braccio.

Filippo Bongiovanni:
CERTAMENTE, se così fosse si tratta di un segno…Come quando pubblicai questo…Portogallo, «la mano di Dio» si materializza nel cielo

http://www.msn.com/…/portogallo-%C2%ABla-mano-d…/ss-BBvGBzx…

“Se così fosse…non è una coincidenza…”
La chiamano “la mano di Dio” ma il fenomeno, in realtà, ha un nome scientifico: pareidolia, ovvero un’illusione che tende a ricondurre a oggetti noti con profili dalla forma casuale. A cogliere il fenomeno atmosferico il blogger Rogerio Pacheco che ha prontamente scattato alcune fotografie: nel cielo di Madeira, arcipelago portoghese nell’Oceano Atlantico, le nuvole avevano assunto una forma eccezionale: «Mi è sembrato subito di riconoscere una mano con una sfera di fuoco», ha spiegato il
32enne che si occupa di meteorologia. Gli scatti del blogger sono stati poi condivisi sui social dagli utenti di tutto il mondo.

SIETE NELLE MANI DI DIO
La Sua legge prevarrà e la Sua Giustizia prenderà dimora sulla Terra, affinché le tenebre non abbiano ad oscurare la luce che alita nei cuori e nelle anime dei beati, degli eredi del nuovo regno. La scelta è stata fatta e prossima è la chiamata. I segni grandiosi e potenti riveleranno a tutti gli uomini della Terra che il giorno tanto atteso giunge con un’alba rosa come il sangue e con lampi di accecante luce. Chi ha
sperato con fede e mansuetudine si rallegri perché è vero che il Signore li visiterà, concedendo ai loro cuori e ai loro spiriti grazie celesti e doni divini. Siete nelle mani di Dio.
Eugenio Siragusa – Nicolosi, 31 Maggio 1981

Segni..? Ma certamente!
Oltre ai cambiamenti prodotti dagli eventi astronomici, che daranno gli effetti da qui a non molto tempo, avvenuti in ordine cronologico il 07 Agosto e 21 Agosto c.a. rispettivamente eclissi di Luna e totale di sole, guardate inoltre cosa è successo!
Il quadro, fu eseguito dal pittore Gianfranco Antoni, intorno gli anni “70, allora studioso del Centro Studi Fratellanza Cosmica e dell’opera di Eugenio Siragusa…
Un’ispirazione…!? Ad ognuno le le proprie conclusioni…
Per chi ancora ha bisogno di meditare,dedurre,determinare!
Abbraccio Cosmico.

“ IL TIMORE DI DIO “
“ IL TIMORE DI DIO REDIME E PROPONE AGLI UOMINI IL RAVVEDIMENTO, L’ UBBIDIENZA AGLI INSEGNAMENTI DI GESU’ – CRISTO PORTATORE DELLE LEGGI UNIVERSALI E DELL’ AMORE DEL SANTO SPIRITO CREANTE “.
LE PAROLE NON SERVONO, OCCORRONO LE OPERE ANIMATE DALLA BUONA VOLONTA’ E SORRETTE DALLA DIVINA GIUSTIZIA INSERITA NELL’ ESISTENZA UMANA. LE PREGHIERE NON BASTANO!
OCCORRONO LE OPERE CHE DIANO A TUTTI GLI UOMINI IL DIRITTO AD UNA GIUSTA ESISTENZA DI PACE, DI AMORE E DI FRATELLANZA.
GLI AMMONIMENTI DI IERI, DI OGGI E DI DOMANI RAMMEMORANO AGLI UOMINI DI QUESTO PIANETA CHE LA SUPREMA LEGGE DELL’ ALTISSIMO SIGNORE VIGILA!
I SEGNI SONO PALESI A TUTTI, A TUTTI COLORO I QUALI VOGLIONO INTENDERE LA REALTA’, LA VERITA’ CHE DIO RIVELA AGLI UOMINI: “ IL RAVVEDIMENTO! “
I GRANDI GUAI PROFETIZZATI CI DICONO CIO’ CHE GRAVITA SULL’ INTERA UMANITA’ SE NON SI DOVESSE RAVVEDERE.
IL BENE E IL MALE SONO IN LOTTA.
LE FORZE ANTICRISTICHE SI SCAGLIANO CONTRO LE FORZE CRISTICHE.
CHI VINCERA’?
LA SOPRAVVIVENZA DELL’ UMANITA’ DIPENDERA’ SE SARA’, O MENO, CON CRISTO O CONTRO CRISTO.
E’ STATO DETTO: “ MOLTI I CHIAMATI, POCHI GLI ELETTI “.
EUGENIO SIRAGUSA
31 Dicembre 1978

Non sentite?
Non sentite la pesante mano di Dio?
Volete essere ancora ciechi e sordi?
Volete, ad ogni costo, mettervi contro la suo Divina Potenza?
Volete ancora disubbidire, continuare a sfidare la sua Legge?
Volete essere ripresi, castigati, indotti ad affrontare prove durissime?
È una vostra scelta!
Credete di poter resistere ai Voleri dell’Altissimo? Se non conosceste la sua Legge sareste giustificati! Ma la conoscete! Conoscete benissimo il suo Amore, la sua Giustizia, i suoi Voleri e le esigenze della sua Natura Vivente. Credete di poter ancora ignorare di essere strumenti della sua Cosmica Natura? Vi è stato affidato un compito, che non volete assolvere, che rigettate con orgoglioso cinismo, lo svolgete con le licenze di distruggere di disarmonizzare, di uccidere, di avvelenare, di spegnere l’Amore, la Giustizia, la Verità.
Non sentite?
Non sentite che tutto deve mutare?
Il Consolatore
Nicolosi, 6 novembre 1976 ore 11,15

Publicado en Celeste, Científicos, Epiritual, Internacional, Messaggi, Sociales y globales, spirituale